L’ABC dei consigli per diventare più produttivo

Diventa più produttivo
Fonti: Pixabay

Abbracciare una qualsiasi nuova routine è già di per sé abbastanza difficile, e lo è ancor di più quando si tratta di consolidare nuove abitudini. Imparare a smettere di essere occupati, e iniziare invece ad essere produttivi, è una di quelle cose non particolarmente facili da sviluppare. Ma ne siamo proprio sicuri?  Di certo non dovrebbe essere un compito così difficile. Esistono infatti modi divertenti per diventare più produttivo, senza tuttavia avvertirlo come un peso!

È ora di alzarsi

Iniziare presto la mattina spesso si traduce in un vantaggio concreto. Alzarti dal letto un po’ prima del solito ti permetterà di avere a disposizione il tempo necessario per svolgere tutte le attività che, idealmente, dovrebbero avere luogo prima che inizi la normale routine della giornata. Si tratta delle cose che spesso vengono volontariamente lasciate nel dimenticatoio, oppure tenute in sospeso, conseguentemente alla mancanza di tempo. Ironia della sorte, queste sono spesso anche le cose importanti, in grado di influenzare positivamente il resto della giornata. Un’adeguata attività fisica, la meditazione o un po’ di lettura (e che sia un buon libro, non un’e-mail di lavoro!) si trasformano tutte in pozioni magiche che entrano a far parte del grande calderone che chiamiamo vita.

Abbracciare il cambiamento

Il nemico numero uno del diventare più produttivi, e della produttività in generale, è il rimanere incollati alle proprie abitudini. Impara a ricercare costantemente dei modi sempre nuovi e migliori per gestire qualsiasi cosa, dalle situazioni e dai compiti più banali fino alla sfide che richiedono la massima attenzione mentale. Il solito modo in cui eri abituato a fare le cose appartiene al passato, e lì devi lasciarcelo. Ogni giorno porta con sé una nuova opportunità per ripartire da zero. Ancor meglio, una nuova opportunità che schiude le porte a tanti piccoli modi di ricominciare daccapo. Più sarai produttivo e più velocemente porterai a termine tutti i compiti che ti spettano e, di conseguenza, maggiore sarà anche il tempo a tua disposizione per divertirti. Ciò significa che potrai giocare alle slot, fare una passeggiata in spiaggia, guardare un film o fare qualsiasi altra cosa ti piace, nella certezza di aver compiuto il tuo dovere e di poterti finalmente rilassare.

L’arte della frammentazione

Il vecchio adagio ha sempre ragione: il miglior modo di mangiare un elefante è un morso alla volta! Impara a suddividere i compiti difficili in attività piccole e gestibili. Quello che spesso accade a molti di noi è che un compito sembra essere così scoraggiante e, alle volte, persino immane, che finiamo col rimandarne l’inizio perché questa incombenza appare eccessivamente intimidatoria. Il risultato è che ci ritroviamo a procrastinare e a risentire negativamente del peso di non riuscire a fare quanto dovremmo, anche solo a livello mentale, rimuginando costantemente sul compito rimasto ancora incompiuto.

Gestisci il tuo tempo per sfruttarlo in modo migliore
Fonti: Pixabay

Sfuggi alla morsa delle preoccupazioni

È proprio vero che, spesso, i nostri peggiori nemici siamo noi stessi. Non appena qualcosa inizia a turbarti al lavoro, condividi le tue preoccupazioni con qualcun altro. La cosa migliore sarebbe farlo con chi la pensa come te, ovvero qualcuno che sia in grado di offrirti una nuova prospettiva sulla sfida che stai affrontando. Nel caso in cui una persona così non fosse disponibile, condividi le tue preoccupazioni con qualcun altro nel modo che preferisci. Spesso, nello spiegare un problema a un’altra persona, si tende a trovare da soli la soluzione perfetta per risolverlo.

Il potere della positività

È proprio vero che diventiamo come le compagnie che frequentiamo. Pur senza sconfinare nell’estremismo, tendiamo comunque a vedere il mondo attraverso i filtri di coloro che ruotano costantemente intorno a noi. Circondarsi di persone con un’attitudine positiva consente di sviluppare una visione altrettanto positiva del mondo e di ciò che ci sta intorno. Così facendo, ben presto ci renderemo conto che siamo diventati più inclini a individuare la soluzione, invece che continuare a soffermarci sul problema e sulle numerose sfide che esso comporta.

Non bisogna mai sottovalutare il potere dell’essere positivi per quanto riguarda la prospettiva più ampia di incrementare la propria produttività.

Sei pronto per essere più produttivo? Allora fallo! Adesso. Non procrastinare!

Fonti: