La psicologia dei colori

Come i colori ci influenzano psicologicamente
Fonti: Pixabay

Nella vita quotidiana tendiamo a ignorare del tutto i colori. Di solito li notiamo solo quando si presentano in maniera inaspettata o improvvisa, come quando a primavera sbocciano i fiori. In queste occasioni notiamo e apprezziamo i colori, ma poi trascuriamo quelli che abbiamo sempre di fronte a noi. Nonostante ciò, quando si tratta di attrarre la nostra attenzione, quasi sempre la scelta dei colori avviene con criterio.

Ad esempio se i segnali di Stop sono rossi, c’è un buon motivo. E lo stesso si può dire per le luci dei freni sulle automobili. Il rosso è un colore forte, che stimola reazioni emotive. Il motivo più ovvio è che il rosso è il colore del sangue, la cui presenza può significare un problema o un pericolo che richiede attenzione immediata. Proprio per questo legame profondo del colore rosso con il nostro senso del pericolo, i segnali di stop e le luci dei freni sono rossi. Insomma, il rosso è per noi un segnale chiaro che ci richiama immediatamente all’attenzione e ci avverte di un pericolo.

Ma ci sono altri aspetti della nostra vita in cui i colori vengono sfruttati intenzionalmente?

Colori ed emozioni

Non è solo il colore rosso a stimolare reazioni emotive negli individui. Il rosso è un colore aspro e le emozioni a esso associate sono spesso di concentrata tensione. Per questo il rosso viene utilizzato solo quando tali emozioni sono necessarie. Il blu è in un certo senso l’esatto opposto del rosso. Il blu evoca calma e rilassamento e viene quindi utilizzato quando si vuole stimolare tali stati emotivi.

Molti altri colori hanno associazioni emotive, anche se forse non così chiare come quelle del rosso e del blu. Ad esempio il viola è spesso associato alla regalità dato che in passato il colore era prerogativa esclusiva di chi aveva grosse disponibilità economiche. Perché? Semplicemente perché le tinte viola erano costosissime e la gente comune non poteva permettersele.

Il verde è un colore equilibrato, che occupa una posizione intermedia tra due estremi ed è spesso associato alla ricchezza, essendo il colore di alcune banconote. Questo spiega per quale motivo i tavoli dei casinò sono spesso verdi: il colore attrae coloro che desiderano prosperità e sperano in una grossa vincita.

I colori nel marketing

Gli esperti di marketing e pubblicità sfruttano a proprio vantaggio la conoscenza delle reazioni emotive associate alle diverse sfumature di colore. Gli effetti dei colori sono ormai ben conosciuti e quindi vengono sfruttati in maniera deliberata nella pubblicità. Così come nell’esempio del verde dei tavoli dei casinò, quando si cerca di indurre un certo stato emotivo, si utilizzerà un colore apposito. Avete notato ad esempio quanto spesso il blu – un colore rilassante – viene usato nella pubblicità?

Ma se, al contrario, si vuole evocare nel consumatore un senso di pericolo in caso di mancato acquisto del prodotto in questione, allora si utilizzerà il rosso. In altre parole, “acquista questo prodotto o ci saranno conseguenze”.

Il colore nel design di interni

Blu rilassante
Fonti: Pixabay

Le proprietà dei colori vengono utilizzate anche nel design di interni. Gli interni dei casinò vengono spesso progettati per dare l’impressione che sia sempre l’ora del tramonto, perché questa è l’ora in cui molti si sentono più rilassati. Ecco quindi spiegato l’uso frequente di colori come il rosa o l’arancio, i colori del crepuscolo.

Tecniche simili vengono utilizzate anche nei centri commerciali e nei negozi in genere. Dottori e dentisti, poi, tendono a disegnare interni dominati dal colore blu, un colore che aiuta i pazienti a rilassarsi prima della visita. La cosa peggiore sarebbe dipingere di rosso gli interni di uno studio medico, che andrebbe a creare un pericoloso senso di allarme nei pazienti prima di vedere il dottore.

I giardini sono un altro ambito in cui i colori vengono usati in maniera deliberata. Un giardiniere professionista sceglierà piante che fioriscono con colori specifici e le combinerà in modo da creare piacevoli mix di colori.

La psicologia dei colori è un argomento davvero affascinante e, ora che ne avete appreso qualche nozione di base, speriamo che inizierete a prestare più attenzione alle diverse sfumature che ci circondano e a come vengono utilizzate nel nostro ambiente.

Riferimenti: