Condurre uno stile di vita vegano

Lo scoop esclusivo su come diventare vegano

Il veganismo non è totalmente nuovo, ma sta prendendo piede in un modo mai visto prima. Il numero di persone che si autodefiniscono vegane, nel Regno Unito, è aumentato del 350% nell’ultimo decennio e le cose sono ancora più impressionanti oltreoceano. Negli Stati Uniti, questo numero è salito del 600% tra il 2014 e il 2017.

Come sempre, è importante osservare il quadro completo. Questo aumento notevole significa che il 7% anziché l’1% dei nordamericani sceglie uno stile di vita pienamente vegano – siamo ancora molto lontani dalla maggioranza. Ma per le persone che sostengono questo stile di vita, è un passo incoraggiante nella direzione desiderata.

Perché scegliere di essere vegano?

Le 3 ragioni principali per scegliere questo tipo di alimentazione sembrano essere che si ritiene sia più sano, migliore per l’ambiente e che la crudeltà verso gli animali è fin troppo comune nell’industria alimentare. Non è presente colesterolo e ci sono molte fibre nelle piante, e alcuni studi stanno dimostrando che è possibile ottenere tutte le proteine di cui gli esseri umani hanno bisogno dalle piante.

Le concessioni di terreni per l’agricoltura sono state a lungo distruttive per gli ecosistemi naturali e le specie, e l’enorme popolazione di mucche sta portando i nostri livelli di gas metano a livelli terrificanti. Se si aggiunge il fatto che le industrie casearie e di carne sono sature dei più spaventosi esempi di crudeltà sugli animali, dall’allevamento dei polli in batteria ai vitelli da ingrasso costretti a non muoversi, la tendenza verso questo stile di vita diventa ancora più comprensibile.

Quanto è facile diventare vegano?

Mangiare vegano in modo piacevole richiede un po’ di sforzo. È necessario essere creativi con gli ingredienti ed essere pronti a dedicare una gran quantità di tempo nella preparazione dei pasti. Usare i funghi come bistecche e verdure vivaci che non diventano noiose richiede una certa dedizione da parte tua, sebbene sia più facile oggi di quanto non sia mai stato. Man mano che l’idea diventa più popolare, i ristoranti di tutto il mondo accolgono questi clienti con piatti vegani nei loro menu.

Inoltre stanno diventando più comuni anche i ristoranti dedicati a celebrare il veganismo, insieme a quelli dedicati all’agricoltura locale o ad altre decisioni etiche. Beyond Burger, della società Beyond Meat, ricrea con le piante gli hamburger di origine animale, ottenendo un risultato incredibile, e ci sono centinaia di prodotti con cui poter fare la maionese, la salsa di pesce, le salsicce e più o meno qualunque cosa, seguendo una dieta vegana.

Il veganismo è possibile ancora solo per i privilegiati

Sempre più celebrità e atleti di alto livello stanno diventando vegani, ma possono permetterselo. Quasi tutto è disponibile in formato vegano al giorno d’oggi, ma ha un prezzo molto più alto, completo di presentazione in stile hipster, estremamente instagrammabile. Potresti essere vegano e vivere di nient’altro che ceci, ma non sembra granché attraente, oltre ad essere anche piuttosto malsano.

Chi lavora per un salario minimo o sopravvive con buoni pasto, semplicemente non può permettersi di prendere questa decisione, a meno che non vinca alla grande in un casinò, o riceva una grossa somma che cambi la sua situazione finanziaria. Potrebbero esserci un sacco di barzellette sui “millennial” (il gruppo di vegani in più rapida crescita) che comprano avocadi invece di dare acconti per le case, ma resta il fatto che questo è ciò su cui stanno spendendo soldi – e ciò per cui sembrano essere pronti a pagare molto.

Qualcosa è meglio di nulla, nel veganismo

Se un cambiamento massiccio dello stile di vita risultasse troppo difficile per cause finanziarie, o l’idea di tagliare completamente la carne sembrasse troppo scoraggiante, non significa che non dovresti far nulla. Una dieta che è per lo più a base vegetale e che include ancora alcuni prodotti a base di carne, ridurrà l’impatto sul pianeta e può comunque essere migliore per la tua salute.

Questo cosiddetto “flexitarianismo” sta raccogliendo consensi nelle principali organizzazioni, con Google che aggiunge più pasti a base vegetale nei menu per il personale. Alcuni distretti scolastici in Francia e in America stanno facendo lo stesso.

Un approccio umano al mangiare piante

L’idea che tu possa essere migliore, se non perfetto, e di fare qualcosa piuttosto che nulla, è importante nel nostro mondo moderno. Seguendo la spinta eccessiva al superamento degli obiettivi negli anni ’90 e ‘2000, si concentra sul prendersi i propri tempi, oltre a lavorare duramente e, in sostanza, a fare meglio quando si è più informati.

L’approccio flessibile e pro-vegetale a vivere la migliore vita vegana possibile si adatta perfettamente alla tendenza a fare il meglio che si può, qualunque siano le tue attuali circostanze. E questo potrebbe essere il concetto più degno di Instagram di tutti.